IL FILO DI ‘SOFIA – CAPITOLO 16: CONTRO IL REGIME

regime_by_nicogamer

Nella Firenze del Rinascimento, l’Uomo, l’essere umano, era al centro dei progetti politici, certo, ma al centro di quei progetti vi era l’arte. Una politica dell’arte non può umiliare l’individuo, in nome di una cosiddetta “società di massa” o di una massificazione omologante. Soprattutto se utilizza malamente il significato delle parole “etica” e “morale”. Marco Pannella ci ha insegnato anche questo. Perché quando le persone non possono più scegliere ragionando con la propria testa, quando non possono più scegliere liberamente i propri percorsi intimi, soltanto perché diversi dai voleri del Potere fine a se stesso o dalle subdole imposizioni piovute dall’alto, allora le persone in carne e ossa, i cittadini, gli individui diventano solamente sudditi. A ricattarli, “legalmente” ci pensa il Potere autoreferenziale che, per replicare se stesso, continua a farsi le leggi a proprio uso e consumo, a proprio unico favore, in modo da perpetuare il dominio o l’egemonia sulle masse e sui singoli. Senza possibilità di essere diversi, liberi o, semplicemente, altro. Questo è il Regime. Infatti, Pannella ebbe il coraggio di andare contro il Regime, sia esso partitocratico o ideologico o tirannico.

Non a caso, norme e sanzioni, regole e deroghe, imposte dal Potere, alla fine, si tramutano in lacci e laccioli “legali”, che contaminano la democrazia e ostruiscono il pensiero liberale. Finché sembra essere ancora possibile, dovremmo lavorare con libertà e con responsabilità di pensiero e di azione, a patto – però – che questa nostra libertà non leda in alcun modo le libertà altrui e che questa non sia in “danno” di qualcuno. Anzi, la vera libertà è la libertà dell’altro. E, allora, questa libertà dovrebbe diventare ed essere la sfera dell’alterità da cui tutto il nostro discorso discende e da cui tutto il libro prende le mosse. E’ “il Filo di ‘Sofia”.

Oggi, invece, alcune leggi (troppe leggi inutili!) sono fatte apposta per rendere illegali azioni che potrebbero portare danno politico al Potere stesso limitando così, ancora di più, la libertà di pensiero e di azione dell’individuo e del cittadino. Si potrebbe forse, allora, cercare di ricostruire i significati autentici delle parole attraverso uno schema comparativo tra le parole stesse, di sinonimi e di contrari. Con un diverso tessuto connettivo che sia ponte tra il Palazzo e gli elettori, per dare voce all’alterità individuale, collegiale e universale. Oseremmo scrivere: cosmica. Un metodo, cioè, copernicano, rivoluzionario nel senso astronomico del vocabolo. Un metodo più chiaro e trasparente per capire davvero cosa sia la pratica democratica e la filosofia liberale. Bisognerebbe capire meglio che uguaglianza non è omologazione delle menti, anzi! L’uguaglianza è la possibilità di accettare la diversità degli individui, quelli che, pur riconoscendosi tutti uguali al nastro di partenza e davanti alla Legge, potranno poi, attraverso lo sviluppo delle proprie attitudini e qualità, con la caparbietà e il sacrificio, con il proprio talento e con le caratteristiche personali, acquisire il “merito”, anche essendo diversi. Diversi perché uguali, insieme con gli altri, per convivere in dialogo e reciprocità. Perché la Politica è altro dal Potere. Solo così ci saranno davvero pari opportunità per gli accessi al mondo del lavoro e soltanto così arriveranno i riconoscimenti, che non saranno più ambigui “porti delle nebbie” e che, perciò, non potranno più nascondere il futuro negandolo. Anzi, si apriranno le porte del futuro… oppure le costruiremo, queste porte. Insieme ai ponti.

Al centro del discorso, è necessario che torni l’umanità, la persona, l’essere umano. Sono le persone quelle che contano, con i loro pregi e i loro difetti. A tal proposito, il grande liberale Luigi De Marchi scriveva: “Le ideologie sono maschere, le economie sono macchine, ciò che conta sono soltanto le persone che si trovano dietro quelle maschere e sopra queste macchine”.

Carlo Prinzhofer e Pier Paolo Segneri

… Continua …

——-

Capitoli precedenti

12345678910111213141516171819202122232425
 

Salva

22 pensieri riguardo “IL FILO DI ‘SOFIA – CAPITOLO 16: CONTRO IL REGIME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...