il Filo di ‘Sofia: Capitolo 3 – UN CAMPO ALTRO

(@promosocialit) (@ilgeneralista)

La politica attuale è, purtroppo, un terreno divenuto irrimediabilmente politicante. Perché si tratta di un campo devastato, desertificato, inquinato, melmoso, pieno di sabbie mobili. In più, a peggiorare le cose, c’è da considerare il fatto che i modelli politici di riferimento sono, ancora nel 2016, quasi tutti verticistici, burocratici, soffocanti, economicistici, spartitori, nauseabondi, menzogneri.

Insomma, i vari modelli vigenti e vincenti nel panorama politico, oggi più di ieri, sono dominati dalle segreterie di partito o dall’ideologia del pragmatismo e non sono né liberali né democratici, in quanto non sono coltivati dalla ragionevolezza, non sono supportati dall’intelligenza, non sono modelli di libertà e responsabilità né a livello individuale né, tantomeno, sul piano di una sana e costruttiva discussione collegiale. Niente.

La mentalità egemone è assai lontana dalla consapevolezza che la conoscenza sia innanzitutto diffusa. Infatti, la mentalità del Potere è del tutto estranea all’idea di libertà individuale, è contraria al formarsi di un “cervello connettivo” tra persone diverse o al comporsi di uno “spirito plurale” tra sensibilità varie.

In altre parole, domina la furbizia, l’arroganza, la superbia. Servirebbero, invece, piani di lavoro intellettuali separati, interdipendenti, perché uniti da ponti (dialoghi), che andrebbero costruiti facendo leva sulle capacità, sul talento, sulle attitudini, sulle qualità umane e sulle competenze effettive, non sulla solita autoreferenzialità. Ponti, quindi, che uniscano persone comuni e diverse, ma che vivano con attenzione il proprio quotidiano, che facciano riaffiorare – meglio se piano piano – la voglia di partecipare alle grandi battaglie civili. Quelle che hanno avuto ed hanno al centro, come obiettivo, sempre e solo lo stesso motivo: la libertà dell’individuo.

Andare incontro a queste esigenze di libertà è un sogno che può diventare un progetto valido, finalmente! E questo progetto può essere realizzato, organizzato, programmato con “intelligenza individuale e collegiale”, con un’organizzazione – appunto – che sia in grado di utilizzare (invece che umiliare) capacità e opportunità, anche di gruppo, programmando i tempi e i metodi, ragionando all’interno di schemi collaudati, non di schematismi, non di ideologismi, per il raggiungimento di ambiziosi, ma non per questo irraggiungibili, orizzonti.

Bisognerebbe (forse) tentare di individuare, in un terreno più fertile, un campo “altro” e innovatore. Fuori dai vecchi schemi di lottizzazione selvaggia, molto lontano – quindi – dal vecchio campo unico di questa gara fasulla giocata tra destra, centro e sinistra. Ecco perché ci riferiamo a un progetto basato su criteri di scelta selezionati attraverso rigorose ricerche, tali che possano diventare un “processo armonico” e determinare una “rivoluzione copernicana”, cioè compiere il passaggio dal caos all’armonia, oppure riuscire a passare da un metodo vecchio e inefficiente (tolemaico, fuori dalla realtà e dalla storia) a un metodo “altro”, nuovo ed efficiente, garantito dagli obiettivi raggiunti, dal benessere degli individui, dalla serenità delle persone, dei singoli e delle comunità. Si tratta, insomma, di passare da un vecchio terreno secco e bruciato, se non addirittura da un pantano melmoso e fangoso, ad un campo altro, finalmente fertile e coltivabile. Forse, addirittura edificabile.

Con l’obiettivo di costruire anche in Italia una democrazia liberale che ancora non c’è.

Carlo Prinzhofer & Pier Paolo Segneri

…continua…

——-

Capitoli precedenti

12345678910111213141516171819202122232425

 

 

Salva

25 pensieri riguardo “il Filo di ‘Sofia: Capitolo 3 – UN CAMPO ALTRO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...