@RecordStoreDay: la musica di K-Conjog (@KConjog) e l’arte di Valerio Berruti in un art vinyl in uscita il 18 di aprile

fb7720ed-e50a-4592-add4-e1c64de001ae(@KConjog) (@RecordStoreDay)  (@Trovarobato)

Esce il 18 aprile con distribuzione Goodfellas, in occasione del Record Store Day 2015, il nuovo lavoro discografico di K-Conjog “Fermati, O Sole!”. Il titolo del disco riprende il nome della video-animazione di Valerio Berruti la cui colonna sonora è stata appositamente realizzata dal compositore Fabrizio Somma (conosciuto con lo pseudonimo K-Conjog) e si è classificata tra le opere finaliste al Premio Cairo 2014.


Il video evidenzia il tratto essenziale dell’artista mettendo in sequenza 190 disegni raffiguranti bambini “protagonisti di un tempo in cui tutto può ancora avvenire”, così come li descrive Berruti. La colonna sonora I only dream to run with you completa l’azione dei piccoli soggetti dell’opera intenti a muovere una giostra con lo sguardo sempre rivolto allo spettatore. Il brano, capace di tramutare il suono in movimento e il movimento in suono, si regge attorno a un ostinato arpeggio di pianoforte, forse un riferimento alle lezioni di musica della fanciullezza o al carillon della prima infanzia. La prima parte è mossa da un walking bass elettronico, per poi espiodere ritmicamente soltanto nell’ultimo tratto del brano.

Fermati, o Sole! from Valerio Berruti on Vimeo.

La collaborazione tra i due artisti e la comune passione per la “musica a 33 giri” li ha portati a realizzare un vinile d’arte che appaga le esigenze degli appassionati di musica e di arte contemporanea: sonorità ricercate e un oggetto “feticcio” da collezionare. Un prezioso disco bianco su cui scoprire il giro vorticoso della giostra ad ogni ascolto. Così l’arte si lega ad altre forme e sfonda le barriere convenzionali per arrivare dappertutto, completarsi ed essere libera.

Il vinile contiene 3 brani inediti (I Only Dream to Run with You, Good Intention e It’s All Around You, Asia) e 2 già editi presentati in versione rimasterizzata (Mono No Aware – Abandon Building Records, USA 2012 – e Chapter II – Dirty Demos – UK 2010).

Fermati, O Sole! è frutto della collaborazione di tre etichette che si uniscono per la prima volta: Fresh Yo! di Firenze, Bad Panda di Roma e Trovarobato di Bologna, segno dell’ecletticità e della poliedricità di un artista come K-Conjog, capace di interessare cataloghi eterogenei e accumunati dall’alta qualità delle proposte.

mg_4428_dxofp_copia

Fabrizio Somma è K-Conjog, compositore, polistrumentista e produttore di musica elettronica. Nel 2009 esce il suo disco d’esordio, Il Nuovo è al passo coi tempi, edito per Snowdonia Dischi/Audioglobe.Nel 2010 esce per l’etichetta inglese Dirty Demos un ep electro/folk intitolato Le Storie che invento non le so Raccontare.
Il disco in questione diventa anche, con l’ausilio del regista Francesco Lettieri, un progetto video vincitore di numerosi festival tra cui anche Il Napoli Film Festival.
Il 2012 è l’anno di Set Your Spirit Freak!, secondo disco uscito per l’americana Abandon Building Records con cui ha realizzato anche il disco di remix degli Origamibiro (Shakkei) con la partecipazione di Plaid, ISAN e Melodium.
Con Set Your Spirit Freak! Il giovane compositore miscela a suo piacimento la migliore lezione del minimimalismo e la riadatta, avvicinandosi alle intenzioni di grandi maestri come Yann Tiersen, John Adams, Wim Mertens. Il disco, infatti, contrariamente alle produzioni precedenti, mette in luce le capacità compositive dell’autore che gioca continuamente con la classicità delle sonorità orchestrali, passando senza troppi problemi a quelle della più moderna folktronica.Il videoclip del brano QWERTY, diretto da Francesco Lettieri, ha vinto il PIVI 2012.
Ha inoltre collaborato con Valerio Berruti nel 2010 sonorizzando la sua personale Una Sola Moltitudine, presentata al Palazzo delle Stelline di Milano e l’installazione video E più non dimandare presentata al tina b. di Praga.
A Marzo 2014 è uscito l’EP Dasein rinnovando la collaborazione con l’etichetta americana Abandon Building Records.

Valerio-Berruti-La-Rivoluzione-Terrestre-foto-Stefania-Spadoni-2

Valerio Berruti è nato ad Alba, in Piemonte, nel 1977. Laureato in Critica dell’Arte al DAMS di Torino, vive e lavora a Verduno (CN) in una chiesa sconsacrata che ha acquistato e ristrutturato nel 1995. Nel 2009 è il più giovane artista scelto da Luca Beatrice e Beatrice Buscaroli per il Padiglione Italia della 53.Biennale di Venezia. Per l’occasione, Berruti ha utilizzato il disegno per giungere alla video-animazione: “La figlia di Isacco“, un esempio di pittura installata dove assume un ruolo fondamentale anche la musica. Per questo motivo Paolo Conte ha accolto con entusiasmo l’invito dell’artista a comporre la colonna sonora per la sua video-installazione. Un incontro speciale tra due piemontesi d’eccezione: un giovane artista che vede in Conte un maestro e un cantautore che sublima il suo legame con l’arte. E dopo l’eccezionale collaborazione col maestro Conte è la volta di un’altra straordinaria incursione nel mondo della musica d’autore. “I can fly“, un bambino che indossa una scatola alata per volare con la fantasia, è l’opera che Berruti ha realizzato per la copertina di Angoli nel cielo, il nuovo album di Lucio Dalla. Un progetto nato grazie alla stima reciproca e proseguito nel segno di una profonda affinità poetica e artistica. Nel gennaio 2011 la sua personale “Kizuna“ (in cui era presente un video con le musiche appositamente realizzate dal maestro Ryuichi Sakamoto) era al Pola Museum di Tokyo. Dalla collaborazione tra Berruti e Sakamoto è nato un progetto per aiutare le vittime del terremoto in Giappone a cui ora si sono aggiunti i compositori Alva Noto e    David Sylvan. Ad ottobre 2011 nella città di Alba allestisce alla Chiesa di san Domenico l’installazione “La rivoluzione Terrestre“, con musiche di Alessandro Mannarino, curata da Andrea Viliani. Nel 2012 ha vinto il prestigioso Premio “Luci d’Artista“ a Torino. All’inizio del 2014 realizza la copertina dell’ultimo libro di Andrea Bajani La vita non è in ordine alfabetico edito da Einaudi. Recentemente è stato pubblicato il volume “Valerio Berruti – fino a Zeno”, edito da Carlo Cambi editore, che racconta la sua produzione artistica dal 2003 fino al marzo 2014 mese in cui è nato suo figlio, dagli esordi “fino a Zeno”.

PER INFORMAZIONI
www.trovarobato.com
https://badpandarecords.bandcamp.com/
http://www.freshyolabel.com/
www.valerioberruti.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...