Vincenzo Incenzo e il primo giorno dell’estate

vincenzo incenzo@VincenzoIncenzo #ilprimogiornodellestate #terzosingolo #credo #amore

“C’è un gesto che perdiamo con l’infanzia
nostra madre che ci veste,
accade solo allora,
tutti pensano a spogliare il proprio amore
mai nessuno a rivestirlo noi lo facciamo ancora…”.
[da Il primo giorno dell’estate di Vincenzo Incenzo]

Dopo i brani “politici” ‘Je suis’ e ‘Dal Paese reale’ Vincenzo sposta l’attenzione su “il primo giorno dell’estate”, terzo singolo estratto dal primo progetto discografico di Vincenzo Incenzo, l’album di inediti “Credo”, prodotto da Renato Zero, pubblicato il 19 ottobre 2018.

Vincenzo Incenzo offre il suo profilo più intimo e romantico, quello che lo ha reso popolare come autore. ‘Il primo giorno dell’estate’ si allinea alle grandi canzoni d’amore da lui scritte per i maggiori artisti italiani. In un flusso musicale intenso si susseguono frasi profonde e toccanti

(… io sbarravo le finestre stanco di soffrire ma tu come una rondine impazzita sbattevi sopra i vetri e ho dovuto aprire… C’è un gesto che perdiamo con l’infanzia nostra madre che ci veste, accade solo allora, tutti pensano a spogliare il proprio amore mai nessuno a rivestirlo noi lo facciamo ancora… dei fiori adesso vedo le radici e della cattiveria la solitudine degli infelici…), per raccontarci l’unica rinascita possibile in vita: quella che avviene quando si incontra l’Amore.

Per Renato Zero, produttore dell’album, ‘Il Primo Giorno dell’Estate’ è destinato a diventare un classico della musica italiana.

Il brano è stato scelto, ancora prima di essere promosso, come colonna sonora del cortometraggio ‘Luce oltre il silenzio’, di Giuseppe Racioppi, in gara nei maggiori festival cinematografici internazionali.

Il video rielabora in una chiave immaginifica i ciak del corto, grazie alla genialità di Luca Bizzi.

[tube]https://www.youtube.com/watch?v=kNnd92Xke2w[/tube]
https://www.youtube.com/watch?v=kNnd92Xke2w

Immagini tratte dal cortometraggio ‘Luce …oltre il silenzio’, di Giuseppe Racioppi
Editing: Luca Bizzi

Con: Martina Montefusco
Diletta Laezza, Eleonora Santia Notari

Outfit Vincenzo Incenzo: Officine Ferri
Strumenti musicali : MUSICIS

Questa la tracklist dell’album “CREDO”: “Je suis”, “La mia canzone per te”, “L’elefante e la farfalla”, “Prima di qualunque amore”, “Pensiero unico”, “Il primo giorno dell’estate”, “La canzone che sta passando”, “Cinque giorni” (guest Renato Zero), “I nemici dell’amore”, “L’acrobata”, “Dal Paese reale”, “Salutami l’amore – intro”, “Salutami l’amore”.

VINCENZO INCENZO nasce a Roma da famiglia di musicisti.
Dopo la laurea al Dams inizia il suo percorso di autore, arrivando a scrivere e a collaborare con alcuni dei più grandi artisti del panorama musicale italiano: Renato Zero, Armando Trovajoli, Lucio Dalla, Antonello Venditti, Sergio Endrigo, Premiata Forneria Marconi, Michele Zarrillo, Franco Califano, Ornella Vanoni, Patty Pravo, Al Bano, Tosca e tanti altri. Nel corso degli anni, molte anche le sue presenze come autore al Festival di Sanremo: tra le altre “Cinque Giorni” (Michele Zarrillo), “Che sarà di me” (Massimo Di Cataldo), “L’elefante e la farfalla” (Michele Zarrillo), “L’acrobata” (Michele Zarrillo), “Il passo silenzioso della neve” (Valentina Giovagnini), “Un altro amore no” (Lorella Cuccarini), “L’alfabeto degli amanti” (Michele Zarrillo) e “Nel perdono” (Al Bano).
Per il teatro scrive i testi dello spettacolo musicale “Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo”, versione italiana dell’opera di Gérard Presgurvic, prodotta da David Zard, e collabora con Renato Zero alla scrittura e alla regia di “Zerovskij, solo per amore”, presentato anche in versione cinematografica. Scrive e dirige i musical “Diana & Lady D” e “Rosso Napoletano”; scrive il libretto e le liriche di “Dracula Opera Rock” su musiche della PFM, prodotto da David Zard. Cura la versione italiana delle canzoni di Cole Porter in “Vacanze romane”, riconosciuta come versione ufficiale dalla Cole Porter Society. Scrive canzoni per lo spettacolo di Alessandro Siani e Christian De Sica “Il principe abusivo”. Nel 2014, è direttore artistico della mostra “ZERO” dedicata a Renato Zero.
Vincenzo Incenzo è anche autore di libri: “La partitura infernale, eventi sonori nelle bolge dantesche” (Fonopoli), “Il Sorriso d’avorio d’una ragazza d’ebano” (LietoColle), “Cinema mundi” (LietoColle), “La canzone in cui viviamo” (No Reply), “Valentina Giovagnini tra vita e sogno” (Zona), “#Romeo&Giulietta nel Duemilaniente” (No Reply), “ZERO” (Tattica). Tra i vari riconoscimenti riceve due volte il Premio Lunezia, il Premio SIAE Autori, il Premio Giffoni Film Festival e il Premio Internazionale di Poesia Alfonso Gatto.

VINCENZO INCENZO E’ SUL WEB E SUI SOCIAL
www.vincenzoincenzo.com

www.facebook.com/vincenzoincenzoofficial
http://twitter.com/VincenzoIncenzo
www.instagram.com/vincenzo_incenzo

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...