#FIFdR 2014 : ci siamo interrogati sul perchè sia un Festival Provinciale rispetto agli altri.

Festival-Internazionale-del-Film-di-Roma-2014-25ottobre#FIFdR

Si sta per concludere il festival Internazionale del Film di Roma. Quest’anno ha festeggiato nove autunni. Sarebbero state meglio nove primavere. Un  tempo l’autunno apriva alla stagione dei colori dalle tinte forti, spesso sinonimo di grandi passioni e stimoli audaci.

Oggi, in questo spazio temporale  in cui si sono edulcorate anche le stagioni  ci siamo interrogati sul perchè il #FIFdR Edizione 2014 sia un Festival Provinciale rispetto agli altri che “pensano differente” aprendosi al nuovo.

Dopo soli tre giorni di proiezioni ed incontri  il #FIFdR  ci ha colpito per la sua silenziosità. Abbiamo provato a cercarne gli echi  lungo le vie del centro ma abbiamo trovato solo pubblicità  confermando in noi l’idea che “fare le cose alla Romana” è un modo di dire che apre ad una filosofia, certa ed inequivocabile e , ahimè, dilagata.

Gli echi abbiamo provato a cercarli anche tra le e-mail. Nemmeno una. Una assenza non giustificabile vista la presenza di una  cinquantina di stagisti stipati nell’area informazione. Probabilmente la loro presenza serve a testimoniare che il Festival Internazionale del Film di Roma oltre ad essere affissioni sui Bus, cartoline promozionali sparse un po’ dappertutto, il  nome utente e la  password per accedere al sito ufficiale ed una borsa targata UNICEF è  un festival che fa parte di un circo mediatico che ama aprirsi esclusivamente a se stesso. Forse per sentirsi unico.

Via i nuovi, avanti agli addetti ai lavori riconosciuti come tali. TV, grandi giornali nazionali ed internazionali.

A tutti gli altri il libero arbitrio di esserci oppure no. Di interpretare liberamente i fatti senza riletture tenuto conto però che,  tra le righe, non sempre è possibile cogliere ciò che invece andrebbe introdotto. Se hanno inventato la parola ci sarà pure un motivo. Dunque la rilettura in solitaria delle notizie sbattute in archivio  non  sempre risulta immediata ed istintiva. E non aiuta a cogliere il là di eventi molti dei quali sono solo ad invito solo se ti conoscono.

Forse è per questa ragione che il #FIFdR Edizione 2014 secondo il nostro punto di vista si conferma come il Festival più provinciale che non abbiamo mai vissuto.

Ci chiediamo allora quando cambieranno mai le cose in questa Città, suo malgrado, depositaria di una cultura importante che continua ad essere oggetto di finanziamenti per smuovere bandi, portare soldi al settore che poi s’affida nelle mani di Narciso.

Morale della favola: le caste sono caste. Meglio sognare sottocoperta.

di Giovanni Pirri

Cinema : #FIFdR IX Edizione – Le star di Hollywood nella prima domenica del Festival

Festival-Internazionale-del-Film-di-Roma-2014-19ottobre

Sul red carpet Richard Gere, Benicio del Toro, Josh Hutcherson, Claudia Traisac, Lily Collins, Sam Claflin.  I registi di culto Takashi Miike, Wim Wenders, Stephen Daldry incontrano il pubblico.

Continua a leggere

Cinema : #FIFdR IX Edizione – 17 ottobre, al Festival la serie televisiva “The Knick” firmata dal regista premio Oscar® Steven Soderbergh.

Festival-Internazionale-del-Film-di-Roma-2014-17ottobre

Nella linea di programma Gala anche “Still Alice”, “Eden” e “Kahlil Gibran’s the Prophet”. Tomas Milian e Park Chan-Wook incontrano il pubblico.

Continua a leggere

Cinema : #FIFdR IX Edizione – 16 ottobre – proiezioni – 27 Aprile 2014 – Racconto di un evento

27 aprele 2014 racconto di un evento_05
Il docufilm, prodotto da Sky e dal Centro televisivo vaticano, sarà proiettato in anteprima, e in 3D, oggi al Festival del cinema di Roma. Domani alle 21, invece, andrà in onda sia su Sky 3D che su Sky Arte HD.
—-
Regia di Luca Viotto. Genere Documentario, produzione Italia, 2014. Durata 50 minuti circa.
—–
27 aprile 2014 Racconto di un evento nasce da una consapevolezza: quella di aver vissuto un momento storico unico, forse irripetibile. Due papi viventi che canonizzano due papi del passato. Le telecamere 3D che per la prima volta hanno ripreso e trasmesso in diretta nel mondo l’evento un evento mai visto prima dall’umanità. Un’atmosfera elettrica e mistica. Un viaggio evocativo nei ricordi di quel giorno. Ma non solo. Dentro questo racconto c’è spazio, tanto spazio, per l’inatteso. È il caso di Dario Fo, il premio Nobel “ateo e marxista”, che elogia Papa Francesco, e lo fa in un lungo intervento a sipario chiuso, un commento intimo e personale su un Papa che ha saputo farlo “innamorare.
Nel docufilm la colonna sonora affidata al compositore di origine crotonese Francesco Cerruto, in arte Franco Eco.

I brani della colonna sonora sono tutti sinfonici. Uno di questi, dal titolo “Journey to Great Mother – Viaggio verso Capocolonna”, è dedicato alla città Crotone ed è montato sulle immagini finali di papa Francesco a Roma. Un brano che è possibile scaricare gratuitamente.

«Ho voluto fortemente che questo brano fosse in free download per le giornate del Festival (da oggi al 25 ottobre) – dice il compositore Eco – in modo tale che tutti i calabresi avessero la possibilità di ascoltarlo, poiché all’interno di questo importante docufilm, che racconta uno storico evento, c’è anche un pezzo di Crotone».

[tube]https://www.youtube.com/watch?v=l2mBdYw76ho[/tube]

Il docufilm vuole essere un racconto intimo ed emozionale che parte dalla canonizzazione dei due Papi e ne racconta, con la voce fuori campo di Giancarlo Giannini, il dietro le quinte, tracciando un approfondimento sulle figure dei due Papi santi e di Papa Francesco. Il docu raccoglie testimonianze autorevoli e inedite, come quelle di Dario Fo, Pupi Avati, Aldo Grasso e di sportivi come Javier Zanetti, Damiano Tommasi e Paolo Rossi. Mostra poi luoghi esclusivi ed inediti del Vaticano.
Franco Eco è un compositore di 29 anni, nato a Crotone, che ha firmato diverse colonne sonore per il cinema e la tv. Nel suo studio di Roma, città dove ora vive e lavora, ha composto musiche per programmi Rai come Report, Chi l’ha visto?, Ballarò. Ha recentemente firmato la colonna sonora del film “Bologna 2 agosto – i giorni della collera”, diretto da Giorgio Molteni e Daniele Santamaria, interpretato da Martina Colombari e Lorenzo Flaherty e prodotto da Virginio Moro per Telecomp Planet.

Franco Eco è un compositore eclettico, oltre che un direttore d’orchestra. Le sue musiche abbracciano qualsiasi genere: dalla sinfonica al jazz, dal rock al minimalismo, dal tango all’elettronica. E se la colonna sonora di “Bologna 2 agosto” è solenne, più pop e leggera è quella di “Come trovare nel modo giusto l’uomo sbagliato”, commedia del 2011 con Francesca Inaudi e Giorgia Surina.

Franco Eco lavora per importanti major e produzioni come Emi/Sony Atv, Rai e Warner Chappell Music Italiana. Con quest’ultima firma le colonne sonore dei film “Oggetti smarriti” (secondo premio al Giffoni Film Festival 2011), “Napoletans” e “The broken crown”. Inoltre ha scritto musiche per il teatro, la danza, documentari e cortometraggi. Attualmente è produttore del primo album di Chiara Ranieri, concorrente dell’edizione numero tre di X-Factor Italia, anche lei crotonese.
Il suo album d’esordio è Dante Concert (UdU Records, 2009) concept album sulla Divina Commedia. Nel 2013 firma gli arrangiamenti dello spettacolo Esse o Esse con Biagio Izzo per la regia di Claudio Insegno. Per le sue composizioni ha ricevuto diversi premi e menzioni speciali; tra le più importanti il Leone d’Oro per il Teatro alla 38esima Biennale di Venezia per le musiche de “Il Corvo” di Gozzi con Mazzacavallo, inoltre è stato finalista con le musiche di “Assenza” di Grisoni al David di Donatello (2006). Nel 2012 il cortometraggio Tattoo di Aldo Iuliano vince il Premio del Pubblico al contest “Tutto in 48h” di Rai 5.

Cinema : #FIFdR IX edizione – 16 ottobre – Il Red carpet

Festival-Internazionale-del-Film-di-Roma-2014-16ottobre

La Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica – la più grande “sala cinematografica” della Capitale – ospiterà alle ore 19 la cerimonia di apertura del Festival, che vedrà come “padrona di casa” l’attrice romana Nicoletta Romanoff.

Continua a leggere

Festa Internazionale del Film di Roma : schematicamente

Festival-Internazionale-del-Film-di-Roma-2014-16ottobre

La mezzanotte è scoccata ed è quindi ufficialmente iniziata la nona edizione.
I preparativi saranno ultimati entro le ore 19 del 16 ottobre, ora in cui ci sarà la cerimonia d’apertura presso l’Auditorium di Santa Cecilia. Continua a leggere

(@romacinemafest) Festival Internazionale del Film di Roma: ecco come funziona il voto popolare. L’App Roma Film Festival

Festival-Internazionale-del-Film-di-Roma-2014-620x229

(@XAOSNEWS) (@FunweekCinema)  (@romacinemafest)

Il Festival Internazionale del Film di Roma (dal 16 al 25 ottobre presso l ́Auditorium Parco della Musica) quest’anno diventa ́popolare ́, affidando il voto del pubblico allo Smartphone. Le App ufficiali del Festival, sviluppate da XAOS e marchiate Funweek, infatti, saranno il principale veicolo di informazioni su mobile e, novità assoluta a livello internazionale, lo strumento dedicato alla raccolta delle preferenze del pubblico. Continua a leggere